Come avere Spotify a € 2,50 al mese in modo legale

come-funziona-spotify-abbonamento spotify-costo spotify

Volete sapere come funziona Spotify e capire quali sono i servizi offerti da questa piattaforma, come Spotify Family? Siete nel posto giusto, facciamo chiarezza su questi aspetti partendo da una novità di qualche giorno fa.

Cosa è successo? Qualche giorno fa Spotify ha bloccato le applicazioni illegali che permettono di accedere al servizio Premium con un account gratuito, ed ha inviato una mail agli utenti che le usano, invitandoli a disinstallare le quelle versioni ed usare quella ufficiale: vediamo insieme come fare per utilizzarlo legalmente risparmiando sul costo e sull’abbonamento Spotify, partendo dall’ABC di Spotify ovvero come funziona, passando per il costo di Spotify Premium e le varie tipologie di abbonamento disponibile.

Come funziona Spotify?

Volete sapere come funziona Spotify e che tipo di servizio è? La risposta è molto facile, Spotify è indubbiamente il servizio di musica in streaming più famoso al mondo che permette di accedere a milioni di brani musicali da computer, smartphone e tablet senza dover acquistare singolarmente canzoni o album, ma da qualche giorno è sommersa di recensioni negative degli utenti che insorgono contro la chiusura delle app pirata.

Spotify è uno dei migliori servizi, sicuramente il più completo, che permette agli utenti di poter ascoltare musica di ogni genere, di ogni artista, in streaming. Si tratta di un servizio disponibile a pagamento (come vedremo) o gratuitamente, e che funziona su alcuni dispositivi differenti:

      1. Spotify per Desktop
      2. Spotify per Smartphone
      3. Spotify per TV
      4. Spotify per Tablet
      5. Spotify per console quali X-Box 
      6. Spotify per automobili

Il lato positivo di Spotify è indubbiamente il fatto di poter usufruire dell’applicazione gratuitamente, il che la ha resa celebre. Ed ora grazie a questa celebrità acquisita, Spotify ha sbancato grazie alle funzionalità Premium che alcuni utenti utilizzano altri no. Infatti, a quanto pare in molti non sono disposti a pagare €9.99 al meseSpotify, infatti, vanta 159 milioni di utenti attivi, ma solo 71 milioni pagano l’abbonamento Premium.

Together Price mette d’accordo tutti e la buona notizia è che è possibile risparmiare oltre il 75% su Spotify semplicemente condividendo con familiari o amici e coinquilini il costo dell’abbonamento!

Evosmart ti spiega passo passo come condividere Spotify! ⬇️⬇️⬇️

Quanto costa Spotify?

Dopo aver detto e chiarito che Spotify ha due versioni utilizzabili, una gratis ed una a pagamento, snoccioliamo la questione e vediamo insieme quanto costa Spotity Premium e come ottenere quindi Spotify Family e condiviso a pochi euro al mese in maniera totalmente legale.

Gli utenti hanno a disposizione due versioni con differenti caratteristiche ovviamente:

      • Spotify base o free: ci sono delle gallerie con i brani ed i vari generi musicali, c’è un ascolto ovviamente gratuito ma ci sono limitazioni come lo skip limitato alle canzoni che hanno portato una percentuale degli iscritti a voler passare al piano che vedremo sotto;
      • Spotify Premium: consente delle peculiarità che non si avrebbero con la versione base, non c’è alcune limitazione ed è disponibile il download dei brani ed album da poter ascoltare anche off-line. Skip illimitati quindi si potrà saltare ogni canzone che si desidera, senza incorrere in pubblicità o limitazioni. 

Per quanto riguarda Spotify Premium c’è la possibilità di usufruire di una versione “familiare” che ha delle limitazioni ma anche un costo più contenuto. Si chiama proprio Spotify Family come funziona? Si tratta di una scelta dell’account Premium usufruibile da chi ha lo stesso indirizzo, quindi familiari e coinquilini. Il risparmio è super: ci sono account singoli, quindi non condivisi, con cinque condivisioni disponibili da cinque account differenti.

Spotify Premium è disponibile anche in modalità Student quindi per gli studenti: costo ridotto del 50%. Per chi è disponibile Spotify Premium Student? Come riporta il sito ufficiale: “Per essere idoneo devi essere uno studente iscritto presso un college o un’università e devi aver compiuto 18 anni. Puoi ottenere Premium for Students per massimo quattro anni.”

Quanto costa Spotify nel dettaglio?

      • Spotify base: gratis;
      • Spotify Premium: 9.99 al mese con una prova gratuita di 30 giorni;
      • Spotify Family: 14,99 ma possibilità di dividerlo in più utenti;
      • Spotify Student: 4.99 al mese;

Come avere Spotify a € 2,50 al mese? La soluzione funzionante

Spotify Family costa meno che in passato: € 14,99 contro i  € 29,99 di qualche anno fa, e ti consente di attivare 6 account della stessa famiglia che accedono all’intera esperienza di Spotify Premium senza limiti o annunci pubblicitari. É un piano multi account riservato a gruppi di familiari o coinquilini che appartengono allo stesso nucleo domestico. 

Un conto unico dove ogni utente dispone di un account individuale con le proprie playlist e musica salvata.

Che siano familiari, studenti o lavoratori fuori sede poco importa, quello che conta è risiedere presso lo stesso indirizzo per poter dividere in gruppo le spese di Spotify.

Un’opportunità molto vantaggiosa che ti permette di abbattere fino a 5 volte il costo del servizio: € 14,99 vengono in questo modo suddivisi equamente tra 6 persone in quote di € 2,50 per ciascuno.

La prima cosa che devi fare è cercare tra i tuoi coinquilini e familiari le persone interessate a condividere con te la spesa del servizio formando un gruppo da 6 persone.

Successivamente devi sottoscrivere l’abbonamento Spotify Family direttamente sul sito ufficiale del servizio. I partecipanti del tuo gruppo devono semplicemente fornirti la loro email affinché tu possa inserirla nella tua famiglia Spotify per permettere a tutti di usufruire dell’abbonamento.

Devi poi organizzare la raccolta delle quote. Puoi farlo manualmente oppure decidere di affidarti ad un sistema di pagamento a scelta tra quelli ad oggi presenti sul mercato. Devi poi tenere un taccuino dove annotare tutti i pagamenti. Il processo è un po’ lungo e complicato da gestire, ma ne vale la pena visto il risparmio generato va oltre il 75%.

Se invece non hai molto tempo né pazienza a disposizione, puoi affidarti a Together Price per organizzare la condivisione in maniera semplice e veloce. In un’unica piattaforma puoi formare il tuo gruppo di coinquilini e/o familiari, comunicare con loro attraverso una live chat e raccogliere le quote mese per mese in modo automatico. Risparmierai così tempo e fatica e non dovrai più ricordarti di rincorrere i tuoi coinquilini per avere le quote!

Come condividere Spotify su Together Price

Per utilizzare Together Price basta registrarti gratuitamente alla piattaforma e creare una proposta di condivisione scegliendo il modello precompilato “Spotify Family” con il prezzo già impostato come da listino ufficiale (€ 14.99 al mese) e impostare il numero di slot disponibili, in questo caso 5.

Ogni condivisione una volta creata genera una url di invito personalizzata che potrai inviare ai tuoi contatti via Whatsapp o Facebook. I tuoi invitati dovranno semplicemente cliccare il link ricevuto per entrare nella condivisione e inviare la propria quota tramite carta di credito o prepagata. Su Together Price, attraverso la chat, ti invieranno poi la mail che vogliono che tu inserisca nella famiglia Spotify.

Together Price gestirà i rinnovi delle quote mese per mese che ammontano a € 3,49 al mese per ciascun utente comprensivi delle spese di gestione della condivisione, mentre per te che sei l’Admin Together Price è completamente gratuito! Riceverai infatti le quote per intero da ogni partecipante, e in totale riceverai € 12,50 dall’intero gruppo.

 

 

Cosa aspetti?
Apri subito una condivisione
Spotify
e inizia a spendere soltanto € 2,50 al mese per l’abbonamento!

 

Entra in together price

12 thoughts on “Come avere Spotify a € 2,50 al mese in modo legale

  1. Erik Celestino says:

    Mo esce, sul iPhone ho avuto Premium a 0.99€ per tre Messi, poi ho disdetto, Como posso fare?

    • shareBlogger says:

      Ciao Erik! 🙂 Potresti acquistare il piano Family e condividerlo 🙂 Together Price ti aiuta nella gestione della condivisione e dei pagamenti, così puoi risparmiare senza preoccuparti di nulla! 🙂

  2. Marco Faccin says:

    Fino a poco fa avevo una condivisione attiva e perfettamente funzionante ora Spotify ha deciso di cacciarmi fuori dal premium. C’entra per caso l’esperimento di verificare la posizione GPS dell’utente attuato da Spotify in tutto ciò?

    • Together Price says:

      Ciao Marco! 🙂 Quello di Spotify è stato un test, ed è stato fatto solo all’estero, quindi è difficile che sia questa la motivazione! 🙂

  3. Ema says:

    Ma il fatto di risiedere allo stesso indirizzo… è solo “teorico”? Nel senso, si riesce a condividere l’abbonamento con persone che, in realtà, non risideno allo stesso indirizzo?

    • Together Price says:

      Ciao Ema! 🙂 No, è necessario rispettare i termini d’uso di Spotify, che consente la condivisione solo tra membri dello stesso nucleo domestico.

      • Valerio says:

        e scusatemi, ma allora a che serve questo sito se si può condividere (sia in teoria che in pratica) solo con persone residenti allo stesso indirizzo?

        • Together Price says:

          Ciao Valerio! 🙂 Per i servizi che possono essere condivisi solo all’interno dello stesso nucleo domestico Together Price serve come metodo di pagamento pratico e, soprattutto, sicuro: quante volte i tuoi coinquilini, con una scusa o un’altra, alla fine non ti ridanno la loro parte di soldi? 🙂 Con Together Price sono “obbligati” a pagare in tempo, altrimenti vengono esclusi dalla condivisione 🙂 E poi ci sono altri servizi che sono condivisibili con chiunque (vedi, ad esempio, Nintendo Switch Online) e in questi casi Together Price ti mette in contatto con persone interessate a condividere, mantenendo la sicurezza dei pagamenti e la garanzia di rimborso in caso di problemi 🙂 Speriamo ora sia tutti più chiaro 🙂

        • Luca says:

          Fantastico! E’ un servizio sensazionalmente utile. Quindi non potendo condividere con parenti ed amici lontani ma solo con le persone residenti con me, Together Price mi agevola solo nella raccolta dei soldi (con giusta quota per il servizio) poichè in effetti mi risulterebbe quasi impossibile chiedere 2,50 euro a mio padre o mia sorella!!
          Potreste classificarvi come startup dell’anno!!! 😉

  4. Daniele says:

    Il vostro servizio permette di pagare di meno servizi come spotify, ma se avere scritto che bisogna risiedere nello stesso indirizzo, come si fa visto che questo servizio ci fa utilizzare account di persone che abitano a chilometri da noi?

    • Together Price says:

      Ciao Daniele! Tutti i servizi devono essere condivisi rispettandone i termini d’uso. Per Spotify è necessario far parte dello stesso nucleo domestico. Per altri servizi no. In tutti i casi viene richiesto agli utenti, in diverse fasi dell’esperienza su Together Price, di accettare i termini d’uso del servizio che vanno a condividere 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *