Perché condividere solo su Together Price

Perché condividere solo su Together Price e non farlo al di fuori della piattaforma

Molte persone decidono di utilizzare Together Price per avere un luogo comodo e sicuro dove gestire il gruppo, le comunicazioni tra tutti i partecipanti e soprattutto le quote di ognuno mese per mese con l’unico fine di risparmiare.

Se decidi di diventare Admin hai l’opportunità di aprire la condivisione mettendo a disposizione il tuo abbonamento perché sia condiviso, e utilizzi Together Price in modo gratuito, mentre se entri in una condivisione già attiva, sei quello che da noi si chiama Joiner, e paghi un supplemento di pochi centesimi di Euro per coprire i costi di gestione e di transazione bancaria.

Diventando Admin Together Price ti permette di creare e organizzare facilmente il gruppo e soprattutto si occupa di amministrare e contabilizzare i pagamenti, di farti prelevare ogni mese i rinnovi delle quote dalle carte dei tuoi Joiner e di gestire i rimborsi. In questo modo non dovrai più preoccuparti di nulla perché a gestire tutta la condivisione ci pensa Together Price!

Per tutti questi benefici, se sei un Admin non hai motivo di lasciare la nostra piattaforma, mentre può capitare che i tuoi Joiner ti chiedano di spostare i pagamenti fuori, per non pagare la nostra commissione.

 

Quali sono però i rischi che tutto il gruppo corre in questo caso? Vediamoli uno ad uno

 

  1. Together Price è autorizzato a bannare i profili degli utenti sia Admin che Joiner in modo irreversibile che non potranno più usufruire dei servizi messi a disposizione dalla piattaforma.
  2. Se il gruppo utilizza un altro sistema di pagamento per scambiarsi le quote può succedere di ritrovarsi il conto bloccato. Molti sistemi di pagamento, come ad esempio PayPal, non consentono infatti da loro termini di utilizzo lo scambio di denaro per rimborso spese tra privati come invece questo avviene su Together Price. PayPal periodicamente fa dei controlli sulle transazioni e, nel caso rilevi delle anomalie o delle infrazioni ai propri termini di utilizzo, è autorizzato a bloccare in modo irreversibile i conti coinvolti.
  3. Se sei un Joiner puoi rischiare di perdere i soldi che hai inviato. L’Admin infatti, una volta ricevute le quote, potrebbe non rispondere più e non permetterti di usufruire del mese di condivisione pagata.

 

Quali sono i vantaggi di condividere invece su Together Price?

 

➡️ Ci aiuti a scoraggiare gli utenti malintenzionati.

Quando un Admin ti chiede il pagamento fuori da Together Price, preoccupati! Come ti abbiamo spiegato sopra, lui non ha alcuna ragione di farlo e se lo sta facendo significa che è un malintenzionato che molto probabilmente si intascherà i tuoi soldi e poi sparirà nel nulla. Se dovesse accadere, noi non avremmo modo di aiutarti.

 

 

 

➡️ Hai il nostro supporto clienti dalla tua parte.

Effettuando i pagamenti tramite Together Price, il nostro team addetto al servizio clienti sarà a tua totale disposizione per qualunque dubbio, domanda o problema.

 

 

 

➡️ Possiamo erogare un rimborso.

Se paghi all’interno della piattaforma, hai sempre diritto a richiedere un rimborso in caso di problemi con il tuo gruppo di condivisione. E questo ci riporta al primo punto: se un utente ha “cattive intenzioni”, la quota che versi tramite la piattaforma resta bloccata per 25 giorni, lui non può prelevarla, e noi possiamo intervenire con un rimborso a tuo favore.

 

 

Together Price è stato pensato e progettato per garantire sicurezza e affidabilità

Together Price punta sempre di più a creare una community di persone affidabili che si aiutano vicendevolmente a risparmiare. 

Attraverso un sistema di controllo dati, Together Price verifica l’affidabilità degli utenti e la misura con un livello di “Trust” che varia da 0 a 100% e che cresce nel tempo attraverso due fattori: le “Missioni” e gli “Obiettivi”, una delle novità più significative di questa nuova versione.

Le “Missioni” sono le azioni che l’utente può compiere per aumentare il suo livello di trust: verifica dell’e-mail o del numero di telefono, inserimento della foto profilo e dei dati anagrafici, la verifica dei social network e se utilizza Hype o N26 per il trasferimento dei pagamenti.
Gli “Obiettivi” invece sono i traguardi che l’utente raggiunge: tempo di permanenza sulla piattaforma, recensioni ricevute, valutazioni del suo comportamento all’interno delle condivisioni.

Effettuando i pagamenti al di fuori di Together Price ti esponi a un grande rischio, e non ci metti nelle condizioni di aiutarti e tutelarti.

Quindi venirci incontro: lavoriamo insieme per costruire una community in cui la fiducia sia realmente la parola chiave! 🙂

 

2 thoughts on “Perché condividere solo su Together Price

  1. BRUNO CAVANNA says:

    Il sito è una meraviglia , ma onestamente frequentato al 90% da persone diciamo non Ben Intenzionate verso il loro prossimo anche se si tratta di intascare pochi euro . Mi permetto di farvi notare che una prima scrematura potrebbe farla in prima battuta anche TogheterPrice , in quanto risultano condivisioni di abbonamenti a prezzi FASULLI !!!!!!!

    • Together Price says:

      Ciao Bruno! Tu hai ragione, ma purtroppo non é facile controllare ogni singola condivisione di oltre 200.000 utenti! Noi facciamo del nostro meglio offrendovi un sistema di trust e, soprattutto, la garanzia di rimborso. Un utente disonesto che vuole fregare i soldi agli altri non é proprio incoraggiato perché i soldi restano “bloccati” su Together Price per 25 giorni e chi ha versato la quota ha tutto il tempo per richiedere un rimborso (che gestiamo noi, non l’admin). Questo ci sembra un sistema abbastanza equo e trasparente, e finora ha funzionato alla perfezione 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *